Gramsci e Lenin: il Partito

“Si parla di capitani senza esercito, ma in realtà e più facile formare un esercito che formare dei capitani. Tanto e vero che un esercito [già esistente] e’ distrutto se vengono a mancare i capitani, mentre l’esistenza di un gruppo di capitani, affiatati, d’accordo tra loro, con fini comuni non tarda a formare un esercito anche dove non esiste.” (Antonio Gramsci, “Quaderni dal Carcere”, Quaderno 14 [I], voce 70, “Machiavelli. Quando si può dire che un partito sia formato e non possa essere distrutto con mezzi normali”)

“Piccolo gruppo compatto, noi camminiamo per una strada ripida e difficile tenendoci con forza per

mano. Siamo da ogni parte circondati da nemici e dobbiamo quasi sempre marciare sotto il fuoco.

Ci siamo uniti, in virtù di una decisione liberamente presa, allo scopo di combattere i nostri nemici

e di non sdrucciolare nel vicino pantano, i cui abitanti, fin dal primo momento, ci hanno biasimato

per aver costituito un gruppo a parte e preferito la via della lotta alla via della conciliazione. Ed

ecco che taluni dei nostri si mettono a gridare: “Andiamo nel pantano!”. E, se si incomincia a

confonderli, ribattono: “Che gente arretrata siete! Non vi vergognate di negarci la liberta d’invitarvi

a seguire una via migliore?”. Oh, si, signori, voi siete liberi non soltanto di invitarci, ma di andare

voi stessi dove volete, anche nel pantano; del resto pensiamo che il vostro posto e proprio nel

pantano e siamo pronti a darvi il nostro aiuto per trasportarvi i vostri penati. Ma lasciate la nostra

mano, non aggrappatevi a noi e non insozzate la nostra grande parola della liberta, perche anche noi

siamo “liberi” di andare dove vogliamo, liberi di combattere non solo contro il pantano, ma anche

contro coloro che si incamminano verso di esso.”

(Vladimir Lenin, dal “Che fare?”, 1902)

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.