Categoria: Lavoro

Lavoro, Riviera maglia nera in Italia Crolla l’occupazione giovanile: -21%

Il ponente ligure è maglia nera per quanto riguarda la creazione di posti di lavoro, con un crollo verticale dell’occupazione nell’ultimo decennio, quello della Grande Crisi. Imperia si piazza al 103° e ultimo posto per quanto riguarda la variazione dell’occupazione nel decennio 2007-2017.

Un – 8,4% globale che pone il capoluogo rivierasco nella ben poco invidiabile posizione di fanalino di coda nelle offerte di lavoro (Spezia-1,6%, Savona -0,5%, Genova +0,7%).

Continua la lettura di “Lavoro, Riviera maglia nera in Italia Crolla l’occupazione giovanile: -21%”

In Italia i salari sono (sempre più) bassi e le tasse sul lavoro (rimangono) alte

Un rapporto dell’Ocse – l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che raggruppa i 35 paesi più «sviluppati» del pianeta – segnala che l’Italia è al terzo po-sto per il peso del cuneo fiscale sul costo del lavoro. Il cuneo fiscale, tecnicamente, è la somma delle imposte dirette, indirette e previdenziali, a carico sia del datore di lavoro che del lavoratore. In questo contesto, secondo la classifica del rapporto Taxing Wages, lo scorso anno le tasse e i contributi sociali ammontavano nel nostro paese al 47,7 per cento nel caso di un lavoratore single, contro la media Ocse del 35,9 per cento. Per una famiglia di quattro persone, con un unico percettore dei reddito, il cuneo fiscale è inve- ce del 38,6 per cento, contro la media Ocse del 26,1.

Continua la lettura di “In Italia i salari sono (sempre più) bassi e le tasse sul lavoro (rimangono) alte”

Il Nord che cambia, un’inchiesta operaia fresca di stampa

di Loris Campetti

“Ma come fanno gli operai” è il titolo del libro di Loris Campetti risultato di una lunga inchiesta operaia nelle fabbriche e nei cantieri del Nord Italia. Ne esce una imprescindibile radiografia dei rapporti con i sindacati, la rappresentanza, gli immigrati.

Loris Campetti ci porta in giro per l’Italia del Nord a colloquio con venti o trenta dei suoi amici e delle sue amiche. Sono tutti operai, tanto che il titolo del viaggio è “Ma come fanno gli operai”. L’editore del libro, Manni, riassume così: “Precarietà, solitudine, sfruttamento/ Reportage da una classe fantasma”.

Continua la lettura di “Il Nord che cambia, un’inchiesta operaia fresca di stampa”

La democrazia è eguaglianza

di Salvatore Settis

Vita dura per chi, negli estenuanti negoziati all’inseguimento di ipotetiche alleanze di governo, cerca col lanternino non solo qualche rada dichiarazione programmatica, ma un’idea di Italia, una visione del futuro, un orizzonte verso cui camminare, un traguardo.

Al cittadino comune non resta che gettare un messaggio in bottiglia, pur temendo che naufraghi in un oceano di chiacchiere. La persistente assenza di un governo è un problema, certo.

Continua la lettura di “La democrazia è eguaglianza”

Italtel, il 17 aprile sciopero per tre ore a inizio turno contro i “reparti confino”

Presidio a Settimo Milanese

Il 17 aprile le lavoratrici e i lavoratori di Italtel sciopereranno per tre ore a inizio turno e saranno in presidio davanti alla sede di Settimo Milanese per protestare contro il cambiamento di clima che si sta determinando anche a seguito del fatto che Exprivia, società Ict di Molfetta, detiene oggi la maggior parte delle azioni di Italtel.

Nei giorni scorsi Fim Fiom e Uilm nazionali avevano lamentato che nei colloqui fatti a un certo numero di addetti per convincerli ad accettare l’incentivo all’esodo, si fossero commesse violazioni dello Statuto dei Lavoratori attraverso domande improprie e totalmente indiscrete sulla vita privata dei lavoratori.

Continua la lettura di “Italtel, il 17 aprile sciopero per tre ore a inizio turno contro i “reparti confino””

Felice Roberto Pizzuti Pensioni: una bomba sociale pronta a esplodere

Introduzione: la “bomba sociale”

Oramai da molti anni, nel nostro sistema previdenziale sta maturando una vera e propria “bomba sociale” che va affrontata con urgenza. Le sue origini affondano nella combinazione dei cambiamenti intervenuti nel mercato del lavoro e nel sistema previdenziale a partire dagli anni ’90 e, in particolare, con il passaggio dal metodo retributivo a quello contributivo per il calcolo delle pensioni. Continua la lettura di “Felice Roberto Pizzuti Pensioni: una bomba sociale pronta a esplodere”