Categoria: Eventi

Un’opinione espressa in due parole in occasione del bicentenario della nascita di Karl Marx

Ricorre il 5 maggio 2018 il bicentenario della nascita di Karl Marx, che fu all’incirca coetaneo di Mazzini e di Bakunin, di Garibaldi e di Darwin, di Dickens e Flaubert, di Tolstoj e Dostoevskij.

Visse perseguitato, in esilio e in poverta’, la maggior parte della sua vita, e tutta la dedico’ allo studio della societa’ e alla lotta contro l’ingiustizia, per la liberazione dell’umanita’ da ogni oppressione.

Continua la lettura di “Un’opinione espressa in due parole in occasione del bicentenario della nascita di Karl Marx”

L’arte della guerra. Flotta Usa con mille missili nel Mediterraneo

di Manlio Dinucci

La portaerei Usa Harry S. Truman, salpata dalla più grande base navale del mondo a Norfolk, in Virginia, è entrata nel Mediterraneo con il suo gruppo d’attacco. Esso è composto dall’incrociatore lanciamissili Normandy e dai cacciatorpediniere lanciamissili Arleigh Burke, Bulkeley, Forrest Sherman e Farragut, più tra poco altri due, il Jason Dunham e The Sullivans. È aggregata al gruppo d’attacco della Truman la fregata tedesca Hessen. La flotta, con a bordo oltre 8.000 uomini, ha una enorme potenza di fuoco.

Continua la lettura di “L’arte della guerra. Flotta Usa con mille missili nel Mediterraneo”

Settant’anni di sudditanza a Usa e Nato. La dichiarazione di Luigi Di Maio di fedeltà

di Manlio Dinucci

La dichiarazione di Luigi Di Maio di fedeltà solleva una questione di fondo che va al di là dell’attuale dibattito politico

Luigi Di Maio: «Se qualcuno pensa di sganciare l’Italia dai nostri alleati storici, che sono l’Occidente e i paesi della Nato, allora troverà sempre me contrario. L’Italia, e il Movimento 5 Stelle soprattutto, non ha mai detto di volersi allontanare dai nostri alleati storici»: questa dichiarazione del candidato premier (a Otto e mezzo su La7, 16 aprile), solleva una questione di fondo che va al di là dell’attuale dibattito politico. Qual è il bilancio dei settant’anni di legame dell’Italia con i suoi «alleati storici»?

Continua la lettura di “Settant’anni di sudditanza a Usa e Nato. La dichiarazione di Luigi Di Maio di fedeltà”

In ricordo di Pierluigi Zuccolo

Il compagno PierLuigi Zuccolo, Segretario della Federazione di Imperia del PRC, ci ha lasciato questa notte. Colpito da una malattia che sembrava fosse riuscito a debellarla. Era ricoverato da un mese all’Ospedale di Imperia per effettuare una terapia. Grande è la sorpresa e il dolore dei comunisti e delle comuniste del nostro territorio e della Liguria, di cui era tesoriere regionale, per questa perdita.

Nato a Mede Lomellina nel 1958, era stato dirigente sindacale della CGIL alle Ferrovie dello Stato di Milano. Si era trasferito da qualche anno a Diano Marina. Allo scioglimento del P.C.I. si era subito iscritto al Partito della Rifondazione Comunista.

Instancabile dirigente, animatore delle Feste di Liberazione nel Golfo Dianese, consigliere comunale di opposizione a Diano Castello, PierLuigi è sempre stato non solo dalla parte dei lavoratori, degli sfruttati nel nostro Paese ma anche verso chi, costretto ad abbandonare il proprio Paese per le guerre e la fame, si era rifugiato in Italia per cercare di andare in altre nazioni ma, bloccati alla frontiera con la Francia, erano e sono bisognosi di vestiti e coperte nel territorio di Ventimiglia.

Con lui il PRC imperiese e ligure perde un importante punto di riferimento non solo politico ma anche un organizzatore instancabile, capace anche, nei momenti di difficoltà, di diffondere speranza e allegria. Cercheremo di non disperdere il tuo modo di essere comunista, caro compagno Zuccolo.

Un commosso e sincero abbraccio alla moglie Anna, alla figlia Estella e al genero.

Il Nord che cambia, un’inchiesta operaia fresca di stampa

di Loris Campetti

“Ma come fanno gli operai” è il titolo del libro di Loris Campetti risultato di una lunga inchiesta operaia nelle fabbriche e nei cantieri del Nord Italia. Ne esce una imprescindibile radiografia dei rapporti con i sindacati, la rappresentanza, gli immigrati.

Loris Campetti ci porta in giro per l’Italia del Nord a colloquio con venti o trenta dei suoi amici e delle sue amiche. Sono tutti operai, tanto che il titolo del viaggio è “Ma come fanno gli operai”. L’editore del libro, Manni, riassume così: “Precarietà, solitudine, sfruttamento/ Reportage da una classe fantasma”.

Continua la lettura di “Il Nord che cambia, un’inchiesta operaia fresca di stampa”

Italtel, il 17 aprile sciopero per tre ore a inizio turno contro i “reparti confino”

Presidio a Settimo Milanese

Il 17 aprile le lavoratrici e i lavoratori di Italtel sciopereranno per tre ore a inizio turno e saranno in presidio davanti alla sede di Settimo Milanese per protestare contro il cambiamento di clima che si sta determinando anche a seguito del fatto che Exprivia, società Ict di Molfetta, detiene oggi la maggior parte delle azioni di Italtel.

Nei giorni scorsi Fim Fiom e Uilm nazionali avevano lamentato che nei colloqui fatti a un certo numero di addetti per convincerli ad accettare l’incentivo all’esodo, si fossero commesse violazioni dello Statuto dei Lavoratori attraverso domande improprie e totalmente indiscrete sulla vita privata dei lavoratori.

Continua la lettura di “Italtel, il 17 aprile sciopero per tre ore a inizio turno contro i “reparti confino””