Qualità della vita, la Liguria in affanno Imperia resta indietro

Sempre fanalino di coda regionale. Genova e La Spezia arretrano nella classifica nazionale. Migliora Savona.

Matteo Dell’Antico Anche per i più ottimisti, in questo caso, vedere il bicchiere mezzo pieno pare quasi un miraggio. La qualità della vita in Liguria è peggiorata nella maggior parte del territorio regionale. Il capoluogo ligure, nell’indagine condotta a livello nazionale dal Sole 24 Ore, viene fotografato come una provincia anziana, a rischio dissesto e soprattutto insicura.

La provincia di Genova si piazza al 56esimo posto della classifica generale guidata da Milano su 107 province italiane, perdendo otto posizioni rispetto al 2017.

Genova è in particolare la peggiore in graduatoria per delitti legati alla droga, ma segna il passo anche in altre aree relative alla sicurezza. Scorrendo i valori presi in considerazione, emerge come Genova sia ultima in classifica (107esima) ed è 100esima per scippi e borseggi, e 93esima per rapine. Brilla, invece, per il buon clima e alcuni indicatori di ricchezza come il Pil pro capite (12esimo posto), i prezzi medi di vendita delle case (13esimo) e i depositi pro capite (16esimo).

L’Università di Genova contribuisce in larghissima misura al conteggio dei laureati tra i 25 e i 30 anni ponendo il capoluogo ligure al 27esimo posto della classifica per questa sottocategoria, indicatore “Demografia e Società”. Il territorio resta tema dolente, con la città al 92esimo posto quanto a rischio idrogeologico, considerando la percentuale di superficie a pericolosità da frana e idraulica.

Genova è 98esimainclassificaquanto atassodinatalità,104esima per indice di vecchiaia e 103esima per tasso di mortalità. Appare meno prevedibile, invece ,il brutto risultato del gap retributivo di genere, con Genova al 90esimo posto (in percentuale tra le retribuzioni medie nette di uomini e donne nel 2017).

Dalla graduatoria emerge una fotografia poco incoraggiante anche per la provincia della Spezia che nel 2018, rispetto allo scorso anno, perde ben dieci posizioni collocandosi al 61esimo posto a livello italiano. Fanalino di coda, a livello regionale, è la provincia di Imperia che quest’anno resta sostanzialmente stabile sul 2017: Imperia guadagna una posizione nella classifica nazionale e si posiziona al 69esimo posto.

L’unica provincia ligure in forte ascesa è Savona (al 51esimo posto) che quest’anno guadagna ben sette posizioni rispetto al 2017ed è la provincia ligure dove la qualità della vita è migliore. Se il capoluogo lombardo è in testa alla graduatoria, fanalino di coda a livello nazionale, per il quarto anno consecutivo, è la provincia di Vibo Valentia .

Al secondo posto c’è Bolzano, al terzo Aosta.

IMPERIA Poca innovazione contro la mediocrità ,modesto passo avanti registrato dalla provincia di Imperia non può e non deve trarre in inganno: l’estremo ponente resta abbondantemente nella mediocrità della classifica stilata dal Sole24Ore, ovvero il 69° posto.

E mediocre è anche la sua posizione negli indicatori sullo stato di salute dell’economia e in particolare l’occupazione. Sempre dagli elementi di analisi, emergono però due dati significativi e contrastanti che rappresentano una sorta di cartina di tornasole.

Riguardano il numero delle imprese registrate e quello delle start up innovative. Nel primo caso la provincia di Imperia eccelle, addirittura al sesto posto in Italia. Nel secondo è quasi il fanalino di coda: peggio hanno fatto solo Nuoro, Massa Carrara e La Spezia.

Sembra di capire che il sistema delle micro e medie aziende ha, tutto sommato, la capacità di resistere, in luogo del settore industriale che ha ormai abdicato da tempo. Per contro, la spinta verso un diverso sviluppo fatica terribilmente a decollare.

Soprattutto nel comparto del turismo, storica locomotiva dell’economia della Riviera.

Poche idee, scarsa attenzione alle nuove domande di mercato, standard dell’accoglienza fermi agli anni’70.Sole e clima mite non bastano più. E prenderne atto sarebbe già una nota positiva.

il Secolo XIX del 18 dicembre

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.