Autocensura della stampa locale

Possiamo annoverare fra le false notizie anche quelle dei giornali che danno informazioni che contengono delle autocensure? Io credo che siano le peggiori e che contribuiscono a far allontanare dall’acquisto e dalla lettura i giornali che praticano tale metodo.

Fra questi vanno annoverati sia la Stampa che il Secolo XIX edizioni di Imperia e Sanremo.

Il 9 luglio a seguito di un servizio sulle liste che dovrebbero essere presenti alle elezioni comunali di Sanremo nel 2019 abbiamo stilato un comunicato stampa come responsabili di due forze politiche presenti nella città (Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana) scrivendo che stiamo lavorando per cercare di costruire una aggregazione di forze civiche e di sinistra.

Il comunicato non ha visto questi due quotidiani cartacei interessati alla pubblicazione. Comunque l’hanno avuto. Mentre i quotidiani non cartacei (quelli che informano solo attraverso i loro siti online) lo hanno pubblicato.

Oggi 21 luglio il Secolo XIX ritorna sul tema elezioni 2019. Li cita tutti o quasi, anche quelli che ancora non hanno deciso che fare! Ma di Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana neanche un decimo di rigo! Non potevano non sapere del nostro comunicato del 9 luglio.

Possiamo annoverare questi metodi fra le false notizie o se volete chiamarla ” disinformazia” tanto cara come espressione quando a dare notizie erano sia la Tass che le Isvezia?

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.