Galleria Francia di Sanremo: salto in alto, 400 hs o forche caudine?

Salto in alto, 400 hs o forche caudine?

I più attempati ,ma ancora in piena forma fisica, superano l’ostacolo con la vecchia tecnica della sforbiciata. I più giovani emulano Valeri Brummel con un superamento a scavalcamento ventrale o Edwin Moses con elegante passaggio dell’ostacolo.

Molti però sotto il peso degli anni o dei glutei si sottopongono all’umiliazione delle forche caudine, passaggio che può notevolmente complicarsi se si porta la borsa della spesa.

Stiamo descrivendo quanti attraversano la galleria Francia impegnati a superare le catene che dovrebbero impedire l’accesso al tunnel. E’ da dieci anni che si dovrebbe vietare l’accesso alla galleria Francia perché l’impianto di ventilazione ed aspirazione è fuori uso.

Quasi tre anni fa sono state installate delle catene ai quattro accessi ai marciapiede della galleria che dovrebbero ipocritamente vietare l’ingresso al tunnel da parte dei pedoni.

I quotidiani del18 gennaio u. s. riportavano  che Leandro Faraldi, allora assessore alla Viabilità, aveva “dato disposizione agli uffici comunali di elaborare, entro quest”anno, un piano per risolvere il problema dei gas di scarico nella galleria Francia”.

Oggi Leandro Faraldi non è più assessore e non si hanno più notizie se quel piano da lui sollecitato è stato elaborato. Gorgo Trucco, nuovo assessore ai Lavori Pubblici, può dirci se effettivamente si sta elaborando quel piano perché siamo ormai alla fine del 2017 e gli abitanti  degli appartamenti sopra la galleria continuano a respirare gas di scarico e i pedoni continuano a attraversare il tunnel da atleti o da romani sconfitti.

Il Comitato Direttivo del Circolo PRC-SE “Valeria Faraldi” di Sanremo-Taggia

Sanremo 6 novembre 2017

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.